Attrezzatura del fotografo di matrimonio - Come sceglerla e quale portare
Sito ufficiale e portfolio di nozze del fotografo di matrimonio a Lecce Daniele Panareo.
fotografo Lecce, fotografo matrimonio Lecce, foto matrimonio, matrimonio, fotografo, daniele panareo, matrimoni a lecce, foto di nozze, fotgrafo cerimonia, eventi a lecce, fotografie di nozze, wedding photographer, nozze in Salento, video di matrimonio Lecce, nozze, immagini matrimonio, sposarsi a Lecce, sposarsi nel salento, matrimonio in Puglia, fotografo Puglia, sposarsi in Italia
22589
post-template-default,single,single-post,postid-22589,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,no_animation_on_touch,vss_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-10.1.1
attrezzatura del fotografo di matrimonio

Attrezzatura del fotografo di matrimonio

Durante i corsi e i workshop che tengo sulla fotografia di nozze affronto sempre la questione relativa all’attrezzatura del fotografo di matrimonio.

Capita poi che le future coppie di sposi mi chiedano informazioni sull’attrezzatura fotografica che utilizzerò durante il reportage del loro matrimonio.

Mi sono allora deciso a scrivere questo articolo sull’argomento. Esso è rivolto alle coppie che si sposeranno, agli addetti ai lavori e anche ai fotografi. Insomma a coloro che si accingono a specializzarsi nella wedding photography.

Se allora sei interessato o stai cercando informazioni sull’attrezzatura che utilizza il fotografo matrimonialista, ti consiglio di leggere tutto l’articolo.

attrezzatura del fotografo di matrimonio checklist
Checklist dell’attrezzatura creata per lo shooting di matrimonio

Prima di tutto nella scelta dell’attrezzatura

Non c’è bisogno che i futuri sposi e in genere i clienti del fotografo conoscano l’attrezzatura utilizzata durante il servizio fotografico di matrimonio. Così come il paziente non è tenuto a conoscere gli strumenti che il chirurgo userà durante l’operazione. Così come il proprietario dell’auto non deve conoscere necessariamente gli attrezzi che il meccanico utilizzerà per aggiustare la sua macchina.

Allora questa è una piccola guida che permetterà ai futuri sposi di avere informazioni riguardo il servizio fotografico. In aggiunta, sarà un valido strumento. Una sorta di vademecum per chi sta per intraprendere la carriera di fotografo matrimonialista professionista.

Inoltre questa guida si basa sulla mia esperienza personale. Ovviamente le scelte tecniche e di utilizzo dell’attrezzatura fotografica per matrimoni è dettata da esigenze stilistiche e gusto personale.

Sarà allora vostra cura prendere dall’articolo quello che più riterrete attinente al vostro modo di lavorare e di scattare.

Potete leggere anche Cosa mettere nello zaino fotografico, Dove acquistare attrezzatura fotografica, Come fare un reportage di matrimonio.

Consiglio in aggiunta di visionare il Glossario dei termini fotografici per avere informazioni e ragguagli sui lemmi utilizzati nell’articolo.

Qual è l’attrezzatura del fotografo di matrimonio ideale

Senza dubbio, l’attrezzatura fotografica ideale è quella che ci permette di portare a casa un buon lavoro. Gli strumenti del fotografo devono essere all’altezza delle nostre esigenze e delle aspettative degli sposi.

Non esiste allora un settaggio e un’attrezzatura standard. La nostra esperienza ci porterà a scremare. Dovremo quindi selezionare solo gli strumenti più adatti al tipo di scena ripreso.

Ma partiamo dall’inizio e vediamo nel dettaglio quale attrezzatura del fotografo di matrimonio è l’ideale possedere e usare.

Attrezzatura fotografica base

La fotocamera

Fondamentale per ogni fotografo professionista. Non è scontato possederla.

Nell’era del digitale infatti, molti device scattano fotografie. Alcuni smartphone raggiungono e superano la risoluzione delle migliori reflex professionali. Si pensi infatti ai produttori di smartphone che nella gara ai Megapixel sono arrivati ad elaborare sensori anche da oltre 100 Mp.

Un esempio è lo Xiaomi Mi Note 10 da 108 Mp che consente di scattare foto di alta qualità. Con una risoluzione di 12000×9000 pixel e in grado di registrare video in 4K alla risoluzione di 3840×2160 pixel. In effetti, molto di più di quanto ci si aspetti da una fotocamera professionale.

Leggete anche questo interessante articolo sul Falso mito dei Megapixel.

Allora perché una fotocamera professionale da migliaia di euro? Serve nell’attrezzatura del fotografo di matrimonio?

Il fotografo di matrimonio professionista necessita di apparecchiature professionali . Questo ovviamente sia dal punto di vista della resa fotografica che, ancora più importante, dal punto di vista costruttivo e dei materiali.

La fotocamera, reflex o mirrorless, deve possedere questi requisiti per offrire un buon compromesso ai professionisti delle immagini.

La qualità delle foto garantisce scatti nitidi e con poco rumore digitale anche in condizioni difficili. Ad esempio con poca luce, nebbia, forti luci dirette o in pieno sole.

Le foto devono poi essere stampate in altissima qualità. È allora fondamentale che non presentino errori o limiti grafici (pixel ingranditi, macchie causate dal sensore, pixel bruciati, aloni). Quindi è importante che il sensore sia abbastanza grande e performante. Come ad esempio gli ultimi APS-C e i sensori a pieno formato (Full Frame o FF di ultima generazione.

In questo articolo non si esamineranno le marche o le caratteristiche delle varie fotocamere. Mi limiterò a fornire la mia esperienza personale.

Utilizzo Canon 5D Mark IV e Canon EOS 6d per i miei matrimoni. Inoltre anche Nikon offre la 850D e altre ammiraglie ottime per la fotografia professionale.

la Canon 5D mark IV come esempio di attrezzatura del fotografo di matrimonio
La reflex professionale per fotografi matrimonialisti Canon EOS 5D Mark IV

Perchè scegliere attrezzatura professionale per i servizi fotografici per matrimonio?

Ribadisco il concetto di professionalità perché bisogna disporre di strumenti capaci di lavorare in tutte le condizioni. Essi devono anche sopportare flussi e carichi di lavoro estremamente intensi. Inoltre necessitano di garantire affidabilità durante lo shooting.

I corpi macchina professionali sono quindi in magnesio, robusti e resistenti ad acqua e polvere (tropicalizzati). Hanno anche due slot per le schede di memoria. Con il backup in camera si minimizza il rischio di perdere i file.

Inoltre hanno funzioni accessorie molto utili a chi con le fotocamere di lavora. Ad esempio GPS, Wireless, Connessioni HDMI, uscita video e audio, entrata audio per microfono. Le ultime di nuova concezione vantano anche un touch screen reattivo e performante anche in fase di ripresa live view. Cioè dal vivo con visualizzazione delle immagini in tempo reale sul display.

Gli obiettivi

A seconda delle proprie esigenze e del proprio gusto e stile, il fotografo matrimonialista possiede diversi obiettivi (o un obiettivo zoom con più focali disponibili).

Il fotografi specializzati nei matrimoni spesso ottengono richieste anche fuori dal contesto matrimoniale. Capita sovente allora di effettuare shooting per cataloghi. Scatti still life di prodotti, reportage aziendale, ritratti.

Questa fervida attività professionale porta i fotografi a provare nuove lenti, a sperimentare con versioni costruttive diverse della stessa focale.

Ecco allora che i più hanno un parco ottiche con diversi obiettivi, dai grandangolari ai super tele.

Non mi addentrerò nelle peculiarità di ogni lente ma analizzerò il mondo relativo alle lenti fotografiche in ambito matrimoniale.

Il reportage matrimoniale

L’attrezzatura del fotografo di matrimonio in stile reportage allora sarà leggera. Sarà anche pratica e gli permetterà di cogliere i momenti senza dare nell’occhio. Storicamente il fotografo di reportage utilizza lenti grandangolari. Oppure focali standard o teleobiettivi medi.

Per via delle dimensioni e per la resa di queste lenti, i fotografi preferiscono obiettivi a focale fissa. Un esempio è il 35mm o il 50mm.

I medio tele con focali più lunghe sono poi usati per cogliere particolari lontani o nascosti.

Qui utilizzo il Canon EF 24-70mm f/2.8 USM II

La maggior parte delle lenti zoom professionali rientrano certamente in questa categoria come ad esempio il 16-35mm, il 24-70mm o il 70-200mm. In questa lente tutte le lunghezze focali principali sono coperte dall’escursione degli obiettivi. Per questo, in teoria, basterebbe un 24-70mm e un 70-200mm per coprire un intero servizio fotografico di matrimonio.

Tuttavia alcuni fotografi di matrimonio professionisti, me compreso, preferiscono lenti fisse. Esse sono più luminose e valgono anche per il reportage di nozze. Li vediamo nella prossima sezione perché vanno bene anche per il ritratto fotografico.

Il ritratto di coppia

Per i ritratti degli sposi esistono certamente delle lenti adatte. Sono quelle che storicamente vengono utilizzate nel ritratto fotografico, nel ritratto ambientato e nel reportage d’autore.

In primis, le lenti sono di ottima fattura, con progetti e schemi ottici ben studiati. Sono spesso anche tropicalizzate (resistenti ad acqua e polvere) e con veloci autofocus (AF).

tele e ritratto nell'attrezzatura del fotografo di matrimonio
In questo ritratto ho utilizzato l’obiettivo Canon EF 85mm f/1.8

Ecco allora che il fotografo matrimonialista potrà utilizzare il 35mm f/1.4. Anche il 50mm f/1.2 o f/1.4, il bellissimo 85mm f1.8 o f1.2, il 135mm f/2 e altre luminose e nitide lenti.

Nel complesso si opta per un armonioso distacco dei piani, uno sfocato morbido, una resa cromatica eccellente (anche se poi si converte il file in bianco e nero), ridotte aberrazioni cromatiche.

Durante i miei servizi fotografici di matrimonio in Salento a volte utilizzo anche lenti manual focus. Uso anche lenti un po’ datate o con filtri particolari. Questo mi permette di sperimentare effetti differenti e di uscire un po’ dai canoni classici. È senza dubbio un ottimo esercizio che consiglio ai neofiti del genere matrimoniale.

Gli accessori che non possono mancare tra l’attrezzatura del fotografo di matrimonio

Gli accessori sono appunto “accessori”. Però spesso si rivelano importantissimi per l’ottima riuscita del servizio fotografico di matrimonio.

Il flash

A volte serve un po’ di luce per rendere tutto speciale. Il flash è uno dei migliori alleati del fotografo. Personalmente lo utilizzo pochissimo. Soprattutto per ricreare atmosfere particolari o scatti studiati.

il flash nell'attrezzatura del fotografo di matrimonio
Qui utilizzo il flah per creare un punto luce e un focus sugli sposi.

Non mi piace nel reportage ma vi garantisco che lo porto sempre con me durante qualsiasi lavoro. Utilizzare bene il lampeggiatore comporta molta pratica e studio ma i risultasti sono stupendi.

La luce ausiliaria aiuta anche i più bravo fotografo in condizioni di luce insufficiente.

Consiglio poi di avere sempre a portata di mano i trigger. Essi permettono il controllo a distanza dei lampeggiatori a slitta.

Zaino o borsa

Ce ne sono tante e sicuramente di molti tipi. Una borsa capiente e ben imbottita è l’ideale. Deve essere resistente per sopportare tutto il peso dell’attrezzatura del fotografo di matrimonio. Al tempo stesso meglio se leggera e traspirante. Inoltre l’ideale sarebbe se fosse resistente all’acqua e al calore. Le tante tasche e comparti danno libero sfogo alla creatività per conservare tutto il necessario.

zaino fotografico-trekking-deuter-futura

In commercio ce ne sono tantissime. Le migliori arrivano a costare anche diverse centinaia di euro.

Batterie

Le batterie non bastano mai. Potrete completare l’intero shooting con una sola batteria. A volte vi troverete costretti a cambiarle spesso. Questo succede certamente perchè a volte utilizziamo il display più del solito. Inoltre gli scatti in live view consumano batteria. Anche gli accessori esterni come si riforniscono dalle pile della fotocamera.

Conviene allora averne sempre di scorta, cariche e pronte all’uso. Anche pile stilo (AA) e ministilo (AAA) servono sempre.

Attrezzatura del fotografo di matrimonio: Cavetti, accessori e utensili vari

Mai dimenticare inoltre cavetti di connessione, caricabatteria, cavetti USB e USB C.

Inserite nell’attrezzatura del fotografo di matrimonio anche un multi tool con, cacciavite, coltellino, seghetto e altri utili accessori. Questi serviranno per gestire i casi di bisogno. Nastro adesivo e spago non guastano.

Inoltre portate con voi penna e agendina, salviette umidificate, fazzoletti, caramelle, barrette energetiche e deodorante. Vi serviranno per i lavori più lunghi e stancanti.



Translate »